U.S. Secretary of State Hillary Clinton (L) poses for a photo with Cambodia's King Norodom Sihamoni during her visit to Phnom Penh November 1, 2010. Clinton's visit to Cambodia is the first by a U.S. Secretary of State since 2003. REUTERS/Chor Sokunthea (CAMBODIA - Tags: POLITICS CIVIL UNREST ROYALS)

Il Re di Cambogia, Norodom Sihamoni, ha incontrato il segretario degli Stati Uniti, Hillary Clinton, al palazzo reale di Phnom Penh.

1 novembre 2010.

Il segretario di Stato Hillary Clinton ha visitato il museo del genocidio cambogiano una volta sede dell'Ufficio di Sicurezza 21 (S-21) del brutale regime comunista dei Khmer Rossi.
Ha descritto il principale centro di tortura del regime dei Khmer Rossi Tuol Sleng una "esperienza molto inquietante", aggiungendo di essere orgogliosa di vedere come la Cambogia affronta quel passato con coraggio e onestà.

A luglio, un tribunale Onu dei crimini di guerra aveva condannato a 35 anni di carcere il direttore del Tuol Sleng, Kaing Guek Eav, meglio noto come Duch.
Dal 1975 al 1979 a Tuol Sleng furono imprigionate circa 17.000 persone (il numero reale è sconosciuto). I prigionieri provenivano da tutto il Paese, anche ex-membri o soldati dei Khmer Rossi accusati di tradimento.

Link
Clinton visits Cambodian genocide museum