La crescente insofferenza e distacco dell'opinione pubblica nei confronti della classe politica, considerata pervasiva, invadente, privilegiata e totalmente inefficiente, obbligherebbe il sistema a compiere degli effettivi e radicali cambiamenti.

Purtroppo non sarà così.
Per tanti motivi il sistema repubblicano non è in grado di correggersi :
1. perchè chi ha il Potere non si è mai privato dei suoi privilegi
2. perchè la repubblica è un sistema contorto e rigido dove è quasi impossibile fare un cambiamento radicale.
3. perchè la corruzione repubblicana, talmente forte e radicata nel paese, è riuscita a corrompere buona parte della società italiana. (scambi di favori, clientelismo ...)

I politici utilizzeranno la solita tecnica di fingere di cambiare per far rimanere tutto come prima.
Ricordiamo infatti gli inutili cambiamenti voluti dalla stessa classe politica:
- legge elettorale maggioritario per diminuire il numero partiti,
- federalismo per diminuire le spese,
- abolizione di alcuni ministeri (agricoltura....),
eccetera ...
Ogni commento è inutile.

Per avere uno stato moderno ed efficiente e per far risorgere l'Italia, è necessario un totale ricambio della classe politica ed una nuova costituzione.

Intanto tutto peggiora, ed i politici si agitano per mantenere le poltrone non certo per il bene degli italiani.