Ahmed Fouad, l'ultimo re d'Egitto, ha rilasciato una dichiarazione, esprimendo il suo dolore per quanto sta accadendo in Egitto, e ha porto le condoglianze alle famiglie delle vittime, chiedendo il dialogo pacifico.

2 febbraio 2011


Dichiarazione dell'ultimo re d'Egitto:
Ahmed Fouad II, vuole esprimere il suo profondo dolore per i tragici eventi avvenuti in Egitto e con il suo cuore spera che si possa trovare una rapida soluzione alla crisi attuale, e estende le sue preghiere e le sincere condoglianze alle famiglie che hanno perso i loro cari in questi eventi.

Ha poi aggiunto: In tutta sincerità mi auguro che queste vittime siano le ultime e che si fermi lo spargimento di sangue sulla terra d'Egitto, speriamo che il nostro paese e la sua gente possano ritrovare la pace e la prosperità, lo sviluppo sociale ed economico può venire solo attraverso il dialogo pacifico, e chiedo a Dio di proteggere l'amato Egitto e il popolo egiziano.

L'ultimo re d'Egitto, Fouad II, a suo tempo aveva già rilasciato una dichiarazione dopo la bomba esplosa nella Chiesa copta, esprimendo il suo sgomento per l'incidente, e porgendo le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

L'ultimo re d'Egitto, ha sottolineato la sua volontà di non praticare politica in qualsiasi forma, e ha annunciato che vorrebbe vivere come un cittadino egiziano e non sogna di ottenere titoli di qualsiasi genere.

Fu'ad II, re d'Egitto e del Sudan è nato a Il Cairo il 16 gennaio 1952.
Ahmad Fuʾād II nacque dal Re Fārūq I e dalla Regina Narriman Sadeq, seconda moglie del sovrano, in quanto la prima, Farīḍa, gli aveva dato solo figlie femmine.
Nel 1952 un colpo di Stato militare guidato dal generale Muhammad Naguib e successivamente dal colonnello Nasser costrinse Re Fārūq ad abdicare, il 26 luglio, a favore del figlio di pochi mesi e a recarsi in esilio.
La famiglia reale, e quindi anche il re infante, si diresse in Italia e qui soggiornò vari anni. Intanto in Egitto veniva formata una reggenza in nome del piccolo Fuʾād II, assente dal territorio nazionale.
Neppure un anno dopo, il 18 giugno 1953, venne però proclamata la repubblica.
Fuʾād vive attualmente in Francia. Ha avuto tre figli con Dominique-France Picard Loeb.

Link
Al-Masry Al-Youm