Il popolo del Regno Rwenzururu dell'Uganda ha finalmente coronato il loro re, una settimana dopo che era stato riconosciuto dal governo.

Lunedì, Charles Wesley Mumbere, 56 anni, è stato incoronato come Omusinga del Rwenzururu, che si trova nell’Uganda occidentale. Alla cerimonia hanno partecipato il presidente ugandese Yoweri Museveni insieme a migliaia di persone.

Mumbere ha detto: È un grande momento vedere che finalmente il governo centrale abbia capito le esigenze della gente del mio popolo che ha cercato tra mille difficoltà di vedere riconosciuta la propria identità.

L'incoronamento di Mumbere ha suscitato interesse in tutto il mondo perchè, come è stato recentemente rivelato, lavorava da 25 anni come infermiere negli Stati Uniti.

Il Padre di Mumbere, Isaya Mukirania Kibanzanga, combatteva in un gruppo secessionista contro un altro gruppo etnico che dominava il popolo bakongo. Mumbere aveva imparato a essere un combattente all'età di nove anni, ed era molto difficile vivere nella boscaglia.
Quando il padre morì, allora non poteva salire al trono di Rwenzururu, perché a quel tempo, nel 1967, il governo ugandese aveva sciolto tutti i tradizionali regni nel paese africano.

Mumbere allora convinse il suo popolo a consegnare le armi. Nel 1984, andò in una scuola d'affari negli Stati Uniti con una borsa di studio del governo ugandese.
Quando cambiò il governo dell'Uganda perse la borsa di studio e Mumbere ottenne asilo politico e divenne aiutante di un'infermiera. Ha detto che intraprese quel lavoro perché era più sicuro in quanto in altri posti di lavoro erano più facile essere licenziati.

Le cose cambiarono quando nel 1980 l'Uganda iniziò a ripristinare i regni tradizionali.

Molti si sono chiesti se il riconoscimento del Regno Rwenzururu sia stato una mossa politica del Presidente Museveni per essere rieletto, ed il suo rivale, Kizza Besigye, è rimasto sorpreso che il presidente abbia partecipato all'incoronazione.

Durante la cerimonia il presidente ugandese Yoweri Museveni ha fatto solo un avvertimento a Osuminga: "Non mescolare cultura e politica, se lo farai sarà la fine del tuo regno".

Nelle vesta di monarca del regno di Rwenzururu non avrà però nessun potere politico. La sua carica si limita alla conservazione del lascito culturale del suo popolo Bakonzo. Ciononostante, il re infermiere ha già spiegato di volere una riforma sanitaria per la sua gente, sulla scorta dell'esperienza venticinquennale negli Usa.

Link
Da infermiere in un ospizio a Re