Venerdì scorso, il re Mohammed VI ha aperto ufficialmente il Parlamento marocchino.

Nel suo discorso, il Re ha chiesto la creazione di un consiglio economico e sociale, con un ruolo di consulenza per il legislatore e anche per il governo marocchino.

Secondo un articolo in Agence Maghreb Arabe Presse, il re ha dichiarato che il Consiglio deve essere composto da "rappresentanti delle forze della nazione, settori produttivi, istituzioni socio-economiche e professionali, così come i membri qualificati della società civile e un numero considerevole di donne".
Il re vuole che il Consiglio sia il più inclusivo possibile. Egli ha detto ai membri del Parlamento che il Consiglio non dovrebbe includere solo marocchini residenti in Marocco, ma anche i cittadini marocchini che vivono all'estero. Il piano di assunzioni è, "in conformità con il mio desiderio di coinvolgere nel Consiglio tutti i marocchini qualificati, ovunque essi si trovino", disse il re.

L'obiettivo del piano del re per il consiglio è quello di migliorare la credibilità del Parlamento, e per aiutare il governo ad essere più efficiente. Il re si augura che un governo più efficace possa portare lo sviluppo del Marocco.

Link
HM the King stresses need to adopt legal framework for Economic and Social Council