Dopo il caso Alitalia anche Trenitalia fallisce ?
E le Ferrovie dello Stato sono a un binario morto…

Alla Commissione Lavori Pubblici del Senato l'amministratore delegato delle Ferrovie ha dichiarato che Trenitalia è sull'orlo del fallimento e che è assolutamente necessaria la ricapitalizzazione, altrimenti porterà i libri in tribunale in tempi brevi. La società, soprattutto a causa dei mancati trasferimenti da parte dello Stato, è sull'orlo del fallimento e servono 4 miliardi in quattro anni.
Nel corso della stessa audizione anche il presidente di Fs, Innocenzo Cipolletta ha confermato la situazione drammatica dei treni affermando che "Servono 6,1 miliardi di euro perché il sistema non collassi".

lastampa


In questo articolo si legge che "Le spese per le manutenzioni sono letteralmente esplose ma molti treni restano indecenti, i conti sono come sempre fuori controllo, i dipendenti sono improduttivi come da clichè, nonostante in 10 anni siano stati dimezzati. Le Ferrovie insomma si confermano il carrozzone di Stato di sempre: lento, poco efficiente, ovviamente in perdita, dove politica e sindacati fanno il bello ed il cattivo tempo"

In quest'altro articolo ho letto che 10.347 mezzi passeggeri in servizio in Italia (locomotori e carrozze) restano tra i più vetusti e inefficienti d’’Europa. Il ritardo medio della Transitaliana è di 76 minuti. L’indice di puntualità bassissimo, del 39 per cento.

Si potrebbe dire che basta andare su un treno, per capire che Paese siamo.

E' evidente che la grave crisi di Trenitalia è il risultato di problemi strutturali, lasciati marcire nel tempo e che decenni di non scelte e tanta cattiva gestione stanno portando alla paralisi le Fs.
Visto che se si cambia il governo ed il management i problemi sono sempre gli stessi, non solo per Trenitalia ma anche ad esempio per Alitalia, significa che c'è qualcosa di più generale che non funziona, cioè è il sistema repubblicano che porta sull’orlo del fallimento ciò che tocca.
In questa repubblica (..delle banane) gli Enti Statali (come Trenitalia.. ) ed anche le azienda private (come FIAT...) si comportano come i Governi con le Finanziarie, cioè si pensa di risolvere i problemi cercando di recuperare soldi, prendendoli dai contribuenti, mentre non si parla mai di razionalizzare.

A questo punto cosa fare ?
Di certo non si devono rifare gli stessi errori compiuti precedentemente dai politici e dirigenti.
Si deve cambiare direzione e quindi ad esempio non si dovrebbe dare neanche un centesimo di ricapitalizzazione a Trenitalia perchè obbligando le FS a ragionare con la mentalità di un’azienda di stampo privatistico forse si potrà avere un servizio ferroviario efficiente ed efficace.
E se poi non ce la fanno o non vogliono allora che le FS falliscano per poi privatizzarle, parola della quale i nostri politici si riempiono la bocca e basta.

E' questa la soluzione migliore? Non lo so, ma siccome fino ad oggi questo modello è sull’orlo del fallimento provarci è quantomeno doveroso.

Il sistema repubblicano è in grado di autocorreggersi?