L'Ambasciata russa chiede scuse alla Casa Reale della Romania

29 novembre 2019

Dopo l'incidente diplomatico della settimana scorsa l'Ambasciata russa ha chiarito la sua posizione presentando le sue scuse alla Casa Reale della Romania, ed ha sottolineato la sua importanza nel Paese.

C'è da segnalare che la stessa Ambasciata ha pubblicato un articolo del giornalista Radu Portocala col titolo : " La Romania una Repubblica Monarchico od una Monarchia repubblicana ? "
Nel suo articolo è scritto : La Romania - dove ogni contraddizione immaginabile viene costantemente soddisfatta e confutata - è l'unico stato al mondo in cui repubblica e monarchia coesistono in perfetta ambiguità. Strano attraversamento, che non disturba nessuno nel paese che dà forza alle sue leggende storiche.

L'ambasciata russa in Romania aveva rilasciato una dichiarazione negativa sulla Famiglia Reale rumena a seguito dell'avvertimento di Sua Maestà Margherita, Custode della Corona rumena,
sull'aggressione russa in Europa.

Questa notizia aveva fatto notizia sui media ed aveva diviso i rami politici tra filo-europei e filo-russi nel sistema politico rumeno.
Diversi gruppi politici, tra cui il movimento monarchico, hanno richiesto che la Romania dichiari l'ambasciatore russo nel paese "persona non grata" e lo costringa a tornare in Russia.

Il ministro degli Esteri in Romania, Bogdan Aurescu, ha convocato con urgenza l'ambasciatore russo a seguito della forte reazione negativa in tutto il paese.

La scorsa settimana Sua Maestà Margherita aveva ricevuto il Corpo Diplomatico della Romania, e durante il suo discorso aveva espresso la sua opinione sull'attuale situazione politica in Europa e nel mondo : “Tuttavia, mi chiedo solo se stiamo facendo abbastanza, dati i problemi che ci attendono in Ucraina e intorno al Mar Nero.  Basta ricordare gli assalti della Russia alla nostra sicurezza, all'attacco alla Georgia nel 2008, all'attacco all'Ucraina nel 2014 e all'intervento militare russo in Medio Oriente nel 2015. Tutto ciò ha causato molti disordini in Romania negli ultimi giorni".