La moglie del defunto principe Kardam presenta una nuova collezione di gioielli

19 aprile 2019

Miriam de Ungría, moglie del defunto principe Kardam, figlio di Re Simeone II di Bulgaria, e quindi erede al trono, ha presentato "Miriam de Ungría: Beyond the imagination", un'esposizione di pezzi della sua collezione di gioielli.

La collezione è aperta al pubblico nei giorni 19, 20 e 21 aprile al Centro Paradiso di Sofia, la capitale bulgara, precedentemente nota come Iskra Art Gallery.
E' la seconda volta che la moglie del principe Kardam presenta i suoi disegni dopo quella del 2017 in Giordania.

Miriam de Ungría ha studiato storia dell'arte presso l'Università di Complutense di Madrid, la sua città natale, e si è specializzato in gemmologia e nella progettazione di gioielli.
La sua prima collezione risale al 1991. Nel 2014 ha creato il suo marchio MdeU , con il quale ha venduto i suoi disegni nei grandi magazzini e aziende .

La principessa Miriam Ungría si era sposata con Kardam nel 1996 nella chiesa ortodossa di Madrid e la coppia ha due figli, Boris e Beltrán.

Il 15 agosto 2008, il principe Kardam e sua moglie Miriam de Ungría furono coinvolti in un grave incidente automobilistico a El Molar, vicino a Madrid, nel quale Kardam subì un grave trauma cranico-cerebrale.
Il 18 agosto 2008, il principe Kardam veniva tenuto in coma artificiale e il 15 ottobre Kardam era in condizioni critiche ma stabile. Dimesso dall'ospedale il 23 gennaio 2009 Kardam stava lentamente riprendendo a casa, ed era in grado di stare in piedi e comunicare, ma nel gennaio 2010, in seguito ad un peggioramento è nuovamente ricoverato nell'Ospedale Universitaria Sanchinarro di Madrid, dove rimase in coma fino alla sua morte, avvenuta il 7 aprile 2015, e quindi sepolto nel cimitero di San Isidoro a Madrid.