L'Imperatore Akihito visita il santuario Ise Jingu

18 aprile 2019

Continuano i rituali per l'abdicazione dell'imperatore del Giappone Akihito  il quale, assieme alla consorte Michiko, si è recato nel santuario scintoista Ise Jingu, nella prefettura di Mie, in quella che sarà la sua ultima visita nella regione in veste di sovrano, prima dell'abdicazione del 30 aprile.

Akihito ha recitato le preghiere tradizionali secondo il rito del "Shinetsu no Gi", che anticipa la successione imperiale.

Per l'occasione l'imperatore Akihito ha portato con lui la spada e il gioiello imperiale, due dei tre tesori sacri della famiglia reale che saranno al centro della cerimonia di successione. Il terzo oggetto, uno specchio, è custodito all'interno dello stesso santuario.
Le insegne reali, chiamate "Sanshu no Jingi", saranno consegnate al principe ereditario Naruhuto, in seguito all'ascesa al trono, prevista il primo maggio.

Akihito ha poi visitato il mausoleo imperiale di Musashino, dove riposa il padre Hirohito,  alias imperatore Shōwa, e successivamente prenderà parte a diversi appuntamenti ufficiali prima di pronunciare il suo ultimo discorso il 30 aprile.