In occasione delle feste di Natale, il Granduca di Lussemburgo è stato intervistato.

24 dicembre 2015

Quest'anno al posto del tradizionale discorso di Natale Sua Altezza Reale il Granduca Enrico di Lussemburgo ha concesso un'intervista a mariette zenners, giornalista e conduttrice della televisione lussemburghese RTL.

Alle domande sugli eventi principali del 2015, il Capo dello Stato ha detto che le notizie sono state purtroppo dominate da eventi difficili, il terrorismo e l'enorme numero di rifugiati che arrivano in Europa.


Nell'anno 2015 ci sono stati anche eventi positivi. Tra questi, il Granduca ha citato la Presidenza lussemburghese, l'inaugurazione dell'Università di Lussemburgo a Esch‐Belval, l'accordo di Parigi sul clima e il referendum del 7 giugno.

Alla domanda sui giovani preoccupati per il futuro il Granduca ha detto di averne discusso molto in famiglia, comunque è molto importante continuare a vivere come prima perché altrimenti sarebbe una vittoria per i terroristi.

La signora Zenners ha detto che dopo gli attacchi, la Francia ha dichiarato guerra alla Isis e anche la Germania è stata coinvolta militarmente. Condivide questa visione?
Il Granduca ha detto che francamente, è molto difficile dire che si tratti di una guerra. In verità sono stati attaccati i nostri valori, la nostra democrazia,
il nostro modo di vivere, e in questo senso c'è stato uno spirito di solidarietà alla Francia.

Sul tema dei rifugiati il Granduca ha detto di essere orgoglioso del modo in cui il Lussemburgo abbia accolto molti rifugiati, ed ha ringraziato il governo, comuni, istituzioni e i volontari.

Per quanto riguarda la presidenza lussemburghese all'Unione europea, il Granduca ha detto che il governo si era ben preparato con estrema cura e che la Presidenza lussemburghese ha ricevuto unanime apprezzamento da tutti.

Per quanto riguarda la Conferenza di Parigi sul clima il Granduca ha detto di essere contento che si sia raggiunto un accordo a Parigi alla COP21.

Sul referendum del 7 giugno quando i lussemburghesi sono stati chiamati a votare su tre questioni, tra cui il diritto di voto agli stranieri il Granduca non ha voluto parlare del risultato in quanto i lussemburghesi si sono espressi, ma ha detto che si deve cercare di migliorare e gestire la integrazione.

Per quanto riguarda le prospezione economiche ha fatto notare che il Lussemburgo gode generalmente di buona reputazione, ed ha colto l'occasione per ringraziare tutti per il loro contributo al Paese.

Il Granduca ha poi detto che il suo pensiero va in primo luogo a quelli che attraversano tempi difficili, ed ai malati, alle persone con problemi familiari.
e infine SAR il Granduca ha augurato a tutti un buon Natale e un felice anno nuovo.

tradotto dal Monarchico (*)