I candidati alla presidenza romena all'unanimità hanno reso omaggio al Re Michele I di Romania.

23 Agosto 2014

Il motivo di questo tributo è il 70° anniversario del "colpo di stato" che Re Mihai fece il 23 agosto 1944.
Il Re si unì ai politici filo-alleati per attuare un colpo di stato contro il maresciallo Ion Antonescu, che fu arrestato, per spingere la Romania nel campo degli Alleati. La Romania dichiarò guerra alla Germania nazista con la quale finora collaborava,

"Un atto importante e decisivo di un giovane uomo di 23 anni," ha detto il primo ministro Ponta. "E' stato il nostro contributo per l'accorciamento di una guerra devastante che costano decine di milioni di vite!"

Michele nel 1940, all'età di 19 anni, succese al padre Carol.
Quando la Germania cominciò a perdere la guerra e l'Unione Sovietica era sul punto di invadere la Romania, il Re Michele e alcuni alleati organizzarono un colpo di stato per salvare il paese. Il colpo fu audace perché la Romania non poteva aspettarsi gli alleati venissero in suo aiuto e l'Unione Sovietica non era felice della svolta. Stalin voleva subito la Romania, i russi invasero il paese e impos un regime comunista e nel 1947 Mihai fu espulso dal paese.

Durante il regime comunista il re rimase all'ombra, fino alla caduta del comunismo nel 1989.
"Il Re è un eroe", ha detto il candidato liberale Klaus Johanis al giornale Adevarul .

A sua volta il Premier Victor Ponta, che nel mese di novembre parteciperà alle elezioni presidenziali a nome dei socialdemocratici, ha elogiato sulla sua pagina Facebook il "coraggio e la determinazione" del re di Romania.




Il Presidente del Senato e candidato alle presidenziali Călin Popescu Tariceanu vede le azioni del re "come una pietra miliare nella nostra storia."
Mihai ha combattuto per la libertà e la democrazia, all'opposto del comunismo e "oggi è una bussola morale ed una personalità unificante del popolo rumeno."

LINK
Tariceanu: 70 years ago, King Mihai managed to prevent Romania's turning into a warzone
Iohannis' message for August 23: King Mihai is truly a hero