Umberto II di Savoia, Re d'Italia, muore a Ginevra 

18 marzo 1983

Il 18 marzo del 1983 si spegneva in una clinica di Ginevra (Svizzera), dopo una lunga malattia, Sua Maestà Umberto II di Savoia, Re d'Italia.
Aveva 78 anni di cui 37 passati in esilio.

Nel dare la notizia ufficiale della morte del Re, il Ministro della Real Casa Falcone Lucifero, precisò che l'ultima parola pronunciata dal Sovrano fu: "Italia".

La repubblica italiana si deve vergognare di aver lasciato morire Sua Maestà Umberto II in esilio.



Umberto II era davvero un Capo di Stato garante di tutti ed amato dagli italiani,

che non aveva nulla a che fare con la classe politica,

che rappresentava la Storia del nostra grande Paese,

che nonostante i brogli e il gesto rivoluzionario del governo, 
lasciò il Paese per evitare una guerra civile.

W il Re!