Nuovo protocollo per la nascita dell' erede

In attesa della nascita del primogenito di William e Kate, attesa per il 13 luglio, cambia il protocollo.
Infatti sarà William a dare la notizia alla Regina Elisabetta, ai famigliari e al premier Cameron con una telefonata.

In attesa del nuovo erede al trono è in atto una piccola rivoluzione nel protocollo della monarchia britannica.
Adesso il principe William con una semplice telefonata dovrà annunciare alla nonna e regina Elisabetta la nascita del "royal baby".

Cambia così la tradizione secondo cui un messaggero doveva informare di persona la sovrana con un documento ufficiale la nascita di un nuovo erede al trono.

Secondo il Sunday Times, il principe dovrà avvertire anche un serie di familiari, il padre Carlo e il fratello Harry e la famiglia Middleton.
Inoltre è previsto che William debba telefonare anche al premier britannico David Cameron per comunicargli l'arrivo dell'erede al trono.

Resterà invariata invece la tradizione di annunciare al mondo la nascita esponendo la notizia di fronte a Buckingham Palace.

Intanto il personale sanitario dell'ospedale si sta attrezzando per il grande evento.
Il parcheggio sarà vietato di fronte all'ala «Lindo» del St Mary's Hospital di Londra. Quattro spazi, che misurano circa 24 metri, sono stati riservati a Kate e alla sua scorta.
Un cartello segnala il divieto, scattato dalla mezzanotte del 1° luglio fino al 31 luglio, che permetterà quindi il parcheggio senza problemi alla duchessa nel momento in cui avrà le doglie.

Il primogenito nascerà nell'ala privata Lindo dell'Ospedale St Mary a Paddington, Londra, e il bambino sarà consegnato a Marcus Setchell, ex ginecologo della Regina.
Anche il principe William e Harry, figli del principe Carlo e della Principessa Diana, nacquero nello stesso ospedale.

Inoltre un elicottero sarà sempre a disposizione del principe William affinché in pochi minuti possa raggiungere l'ospedale ed assistere al parto di sua moglie.
William ha promesso alla moglie, la Duchessa di Cambridge, di essere al suo fianco durante il parto.

Questo significa che il principe William può continuare il suo lavoro di pilota di salvataggio fino all'ultimo momento, senza doversi preoccupare della nascita del primogenito.