Euro 2012: la Spagna è campione d’Europa.
La finale è finita con la netta vittoria della Spagna che ha battuto l'Italia 4 a 0

1 luglio 2012

Alla finale degli europei tra la Spagna e l'Italia, la Spagna è stata rappresentata dal principe Felipe, mentre l'Italia dal presidente del consiglio Monti, seduti al fianco del presidente della Uefa Michel Platini.

Il principe Felipe ha detto che la squadra spagnola è "meravigliosa" e che "questa squadra è un lusso".

Dopo la vittoria della Spagna contro l'Italia, il principe Felipe si è congratulato con i giocatori della squadra iberica nello spogliatoio della Olimpico di Kiev, per il loro secondo campionato aggiungendo : "sono davvero imbattibile."

Il Principe Felipe di Spagna, al termine della vittoria contro l’Italia, si è recato agli spogliatoi delle "Furie Rosse" chiacchierando con tutti i giocatori.

Da notare che nessun giocatore spagnolo ha accolto il principe a torso nudo, il contrario di quanto abbiamo visto all’inizio dell’Europeo in occasione della visita di Giorgio Napolitano nello spogliatoio azzurro.


Questo comportamento non è solo formalismo ma significa che gli spagnoli, avendo rispetto della Monarchia e della Famiglia Reale, hanno sentito il dover di accogliere il principe vestiti con la maglia.
Al contrario gli azzurri che non sono certo orgogliosi della repubblica italiana, hanno parlato con Napolitano mezzi nudi.
Se avesse vinto l'Italia gli azzurri avrebbero accolto Monti in mutande....

Il principe Felipe e il Primo Ministro della Spagna, Mariano Rajoy, avevano già festeggiato con euforia sulla tribuna dello Stadio Olimpico di Kiev visto i 4 gol segnati dalla Spagna durante la finale del Campionato Europeo contro l'Italia.

Prima dell'inizio della partita, il principe Filippo aveva inviato un ultimo messaggio di incoraggiamento alla squadra nazionale attraverso le camere di Telecinco : "Siamo di buon umore e tesi, ma abbiamo fiducia visto tutto quello che è stato fatto. Una finale è una finale. Siamo certi che sarà una bella partita per la Spagna. L'illusione è enorme e la fiducia si basa sui fatti. E' una finale, e sappiamo che l'Italia gioca bene. Il re avrebbe voluto essere qui e mi ha detto di tornare con la coppa, ma è chiaro che sentiremo il sostegno di tutto il paese."