Il principe Felipe era a Ginevra per partecipare alla 101° Conferenza dell'organizzazione internazionale del lavoro. (OIT)

8 giugno 2012

Si è aperta la 101° Conferenza internazionale del lavoro alla presenza di oltre 3.000 delegati provenienti da 184 Stati.

Uno dei temi principali della conferenza è stata la crisi occupazionale dei giovani, che la crisi economica e finanziaria globale ne ha esacerbato le caratteristiche.

Ecco alcune osservazioni del principe Felipe:
E' un vero onore avere questa opportunità di rivolgermi a voi in occasione della 101° Conferenza internazionale del lavoro. In questo momento così importante per il futuro dei nostri paesi è urgente trovare delle alternative che ci permettano di superare la crisi, vale a dire promuovere la crescita economica, il benessere e fornire soluzioni che creano posti di lavoro stabili e dignitosi.

Sua Altezza Reale il Principe delle Asturie, Felipe de Borbon, ha chiesto di adottare misure concrete per affrontare la crisi occupazionale giovanile, e che la disoccupazione ha raggiunto un "livello inaccettabile tra i giovani."

"In un momento come questo dobbiamo soprattutto agire e prendersi cura di quelli che non hanno lavoro, e in particolare il futuro dei giovani che non riescono a trovare opportunità di lavoro", ha detto il principe Felipe.

Il principe Filippo ha aggiunto che la lotta per affrontare i problemi della occupazione giovanile è "una sfida collettiva che deve essere a carico delle amministrazioni e degli attori della società civile, e che bisogna avere anche la capacità di coinvolgere i giovani".


LINK
Discorso del principe Felipe
casareale