Il principe ereditario Alessandro ha espresso gratitudine al Patriarca Irinej di Serbia e al Santo Sinodo per il Loro sostegno al trasferimento in Serbia dei membri della famiglia reale sepolti all'estero 

29 febbraio 2012

Comunicato stampa dal principe ereditario Alexander

SAR il principe ereditario Alessandro II ha espresso la sua gratitudine a Sua Santità il Patriarca Irinej della Serbia e al Santo Sinodo della Chiesa ortodossa serba, per il loro sostegno nella sua iniziativa che tutti i membri della famiglia reale Karadjordjevic, che furono sepolti all'estero, devono essere trasferiti in Patria e sepolti nella cripta della chiesa di San Giorgio in Oplenac.

"Questa decisione mi incoraggia a sperare che l'enorme ingiustizia storica sarà finalmente corretta", ha dichiarato il principe ereditario nella sua lettera.

SAR il principe ereditario Alessandro II ha informato il Presidente della Serbia, Boris Tadic, e il Primo Ministro, Mirko Cvetkovic, circa l'appoggio della Chiesa ortodossa serba, e ha chiesto ancora una volta che le autorità serbe partecipano all'organizzazione del trasferimento dei resti di Sua Maestà la Regina Maria, di Sua Maestà Re Pietro II, di Sua Maestà la Regina Alexandra, di SAR il Principe Andrej, di SAR il Principe Paul, di SAR la Principessa Olga e di SAR il Principe Nikola in Serbia con pieni onori di Stato.

ITALIA
Nemmeno in occasione dei 150 anni della Proclamazione del Regno d'Italia, la repubblica italiana ha pensato di trasferire in Patria le salme dei Re e Regine d'Italia ancora sepolte all'estero.

La repubblica italiana è un regime oligarchico debole con i poteri forti (Banche, FMI, BCE) ma spietato nei confronti del popolo e traditore della Storia del nostro Paese.

Consapevole della sua debolezza teme la monarchia, e continua a lasciare in esilio le salme dei Sovrani d'Italia.

LINK
HRH Crown Prince Alexander