Il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, in una intervista, afferma :
Per sbloccare la crisi dei rifiuti i provvedimenti del governo dovrebbero essere attuati. Con il maggior consenso possibile da parte dei comuni interessati, certo, ma sapendo che lo Stato ha il diritto e il dovere di far rispettare le sue decisioni. Nell'interesse di tutti i cittadini.

A questo punto è evidente che in questa repubblica non esiste una collaborazione tra le istituzioni locali e nazionali, anzi spesso c'è un'aspra lotta.
Inoltre i governi repubblicani si dimostrano incapaci di attuare provvedimenti.

L'intervista di bassolino continua:
Domanda. E voi li avete realizzati (impianti)?
Risposta. Noi ne abbiamo fatti sette, non uno. Sette impianti da Cdr, che significa combustibile da rifiuti. Ma questi fanno solo la prima trasformazione, sfornano le ecoballe che vanno bruciate nei termovalorizzatori.

Questa è bella! Invece di dimettersi o di chiedere scusa, quasi con orgoglio dice che ha realizzato 7 impianti, ma il problema è che servono solo per la prima trasformazione che non completano il ciclo.
E' come se la Fiat dicesse che ha costruito una nuova macchina solo progettando il motore.
Insomma una presa in giro!

Domanda. Ma i termovalorizzatori non sono mai stati completati.
Risposta. Già, perché non li voleva nessuno. Tanto che a un certo punto io ho detto al governo: mandate un commissario che sia un funzionario dello Stato, in modo da sottrarre questo tema a ogni contrapposizione politica.

La classe politica repubblicana, attaccata alla poltrone, non fa mai autocritica e spera di risolvere i problemi con i commissari.
In realtà la richiesta di commissari è già una implicita dimostrazione della incapacità dello stato.

L'intervista continua:
Le colpe non stanno da una sola parte. C'è stata una gara irresponsabile tra destra e sinistra, a chi diceva "più uno". Ma la spazzatura non è né di destra né di sinistra.
La spazzatura è spazzatura...


Appunto.
La repubblica è spazzatura ?