L’ultimo giorno di Maria Antonietta, Regina di Francia.

Il 12 ottobre Maria Antonietta ascolta la sentenza che la condannava alla pena di morte con volto tranquillo, quasi insensibile senza pronunziare parola.

Dopo il sommario processo, il 16 ottobre 1793, alle ore 12 Maria Antonietta, con le mani legate dietro la schiena, sale sulla carretta.

Giunta a due passi dalla ghigliottina, in Place du Carrousel, con un regale cenno rifiuta l'aiuto di salire al patibolo e dice: "No, avrò la forza, grazie a Dio, di andar fin là".

Sale maestosamente i funebri gradini, sul palco si volta e guarda immobile e senza emozione le migliaia di “spettatori”.
La Regina con serena fermezza si attenne a tutto il lugubre cerimoniale che precedeva l’esecuzione.

Alle ora 12.15, un attimo prima di essere uccisa, con gli occhi verso il cielo grida a voce alta : "Addio, miei figliuoli; vado a raggiungere vostro padre."

Già il 17 giugno 1793 Pio VI aveva dichiarato martirio la morte del cristianissimo Re Luigi XVI.